ASPETTI DIVERSI PER L’UNICO PROBLEMA

In estate mi sono trovata sopraffatta per 2,3 giorni da un episodio di gelosia dopo mesi di Gioiosa Pace Totale portati dal Risveglio. ( Chi ancora non ne ha letto può farlo qui: http://laclassedelrisveglio.blogspot.it/ )
E ho saputo che la “Salvezza” o “la Liberazione” o comunque piaccia chiamarla, non è un fatto teorico: occorre guardare il problema che arriva, sospendere la modalità identificante abitudinaria, dichiarare di non sapere niente riguardo a quanto accade, chiedere la Risposta, e poi accettarLa quando arriva. E la Risposta può essere del tutto sconcertante per il vecchio modo di essere.
In quella circostanza mi si è capovolta la concezione della relazione di coppia per come la avevo sempre vissuta.
E una volta capovolta una credenza in base alla Risposta, su tale aspetto si è del tutto Liberi.
Normalmente si tende a pensare che la persona che amiamo e con cui condividiamo la vita ( per un mese, un anno o per sempre ) sia almeno un po’ “nostra” e siamo convinti che esistano diritti e doveri reciproci.
Infatti la normale e sana relazione di coppia insegnata perfino dai corsi della facoltà di psicologia prevede tra gli aspetti determinanti LA RECIPROCITA’.
Tale concezione è sana finchè restiamo in una logica solo umana, solo terrena.
Se desideriamo qualcosa di più elevato, se ci sentiamo “chiamare” da una Voce metafisica, e soprattutto se desideriamo la Vera Vita e la Vera Libertà fin da ora, è importante che andiamo al di là della concezione puramente umana dell’amore.
Perché fintanto che per essere sana e funzionale una relazione ha bisogno della reciprocità, in realtà affidiamo la Pace e la Gioia al caso e in qualsiasi momento possiamo essere gettati all’inferno dal partner anche involontariamente.
Se invece scegliamo di amare l’altro Incondizionatamente nulla avrà mai più il potere di gettarci all’inferno.
Per amare incondizionatamente occorre però Credere di Essere Amore e Sapere di non essere privi di nulla.
Acquisire La nuova Consapevolezza di una nuova Identità.
ESSERE AMORE SIGNIFICA NON CONOSCERE MANCANZA.
Se non conosci mancanza di conseguenza non puoi sviluppare nessuna forma di timore.
E che cosa è la gelosia se non una forma generica di mille timori diversi mascherati a cui poi la società ha dato anche una cornice ordinata camuffandola da un diritto alla fedeltà?
Fedeltà a chi ? E in nome di che cosa?
Ognuno ha un solo dovere che in realtà è sostanza di ciò che è, ed è quello di essere fedele a se stesso e autentico con tutti.
Niente di più ma anche niente di meno.
Amando incondizionatamente l’altro quindi non avremo più alcun bisogno di reciprocità, vedremo nel compagno/compagna di vita una persona che fa il suo percorso al meglio delle sue risorse e possibilità, smetteremo di proiettare attacco e timore su di lui/lei e di considerarci unici per lui/lei.
Non lo siamo, e per fortuna!
Quanta ricchezza di esperienze vorremmo negargli e negarci in nome di un ideale fasullo?
Scegliamo di essere AUTENTICI.
Forse a volte per raggiungere la riva è necessario inzupparci fino al midollo.
Non c’è un altro modo. E va bene così.
O vorremmo che la persona che amiamo fosse rallentata nella sua scuola di vita a causa dei nostri inutili timori?
Amiamo l’altro veramente o siamo troppo occupati ad amarlo a condizione che non…
Stasera quando torniamo a casa, o alla prima occasione che vedremo la persona che condivide con noi la strada che facciamo ( che è diversa anche se ci facciamo compagnia durante il percorso ), guardiamolo/la come se non la avessimo mai vista prima, perché è così in realtà.
Ognuno di noi si rinnova continuamente da un istante all’altro, nelle cellule, nelle idee e nei sentimenti.
Guardiamola/lo con stupore e reverenza e siamo grati che sia con noi.
Qualsiasi cosa abbia pensato, qualsiasi cosa abbia fatto, qualsiasi cosa abbia desiderato quando non eravamo insieme fisicamente. Quella cosa era PER LUI/LEI e non CONTRO DI NOI.
Non occorre altro per essere completamente Felici.
Questa libertà che offriamo all’altro è la stessa libertà che riceviamo automaticamente come per magia. Abita nei nostri cuori non appena cessiamo di giudicare “colpevole” un qualsiasi comportamento altrui e rende innocenti noi stessi qualsiasi cosa pensiamo o facciamo.
Se le strade si allontaneranno, continuiamo a guardarci con negli occhi e nel cuore la luce del miracolo della condivisione della vita che è stata insieme e del fatto che per quanto distanti nulla potrà mai separarci.

Non è facile fare questo, è un capovolgimento di ciò che ci hanno insegnato e che abbiamo creduto vero finora,
ma è solo una nostra scelta.
Chi volgiamo ascoltare ?
L’Amore o la Paura?
Alla base di ogni disagio, se andiamo a fondo, c’è sempre solo quella, la paura.
Liberiamoci, scegliamo l’Amore.
Ananda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...