TU L’OSSERVATORE

Come posso tirarti fuori da lì ?
Come posso mostrarti che sei il Re e non il piccolo servo della piccola frazione di vita che sei abituato a considerare la tua ?
Quanto sei stanco di inseguire desideri e aspirazioni da una sensazione di mancanza e privazione?
Quanto di credere che una volta che avrai conseguito la tal cosa, o la tal altra allora finalmente sarai felice ?
O di illuderti che gli altri possono offenderti e causarti dolore ?
Quanto a lungo ancora abdicherai al tuo infinito potere ?
Per quanto ancora ti vestirai di inutili stracci ?
Fino a quando camminerai timoroso nella valle della morte credendoti mortale?
O ti sentirai colpire da frecce che in realtà potrebbero attraversarti senza ferirti in alcun modo ?
Fermati ora un momento per favore.
Ascolta, te lo dico con il cuore, non a parole.
Qui, adesso, nelle prossime sillabe ho trasmesso una specie di saggia magia.
Solo resta qui qualche istante in silenzio, Ora.
Guardati con un immaginario occhio a forma di cuore subito sopra la tua testa.
Osserva te stesso.
Ora sei l’Amore che osserva te stesso. Per un istante, sii l’Amore che osserva te stesso.
Sentiti un momento come chi ti Ama e ti osserva amandoti.
Ecco, è fatto.
Tu sei Quello: l’Amore che osserva e Ama. Mentre chi credi di essere è una costruzione della mente.
Una vuota proiezione mentale. Non c’è nessuno lì. Hai solo creduto che ci fosse e che fossi tu.
E’ una illusione.
Forse hai avuto paura. Va bene, lascia che sia. Lasciala entrare perché non ha nulla da dire in realtà.
Guardala, non fuggire. Guarda la paura e scopri che non è niente.
Ora sei libero, Ora hai capito.
Tu sei Quello, l’Osservatore, l’Amore, L’Essere Immortale.
Riprenditi pure il tuo nome e la tua storia adesso, è tua facoltà, ma da ora sei senza peso.
Sei Sorriso e Leggerezza.
Sei Vita che gioca senza nemici.
Ti avevano detto che l’ultimo nemico da abbattere sarebbe stata la morte.
Ecco, è fatto. E’ finita. Non è mai stata. Non ha mai avuto alcun potere su di te che sei la Vita stessa. Lo aveva finchè credevi che ne avesse. Ma ora sei Libero.
Hai vinto la morte attraverso la realizzazione della tua vera identità.
Sei la Vita Stessa. Benvenuto al di qua del Velo.
Ananda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...