LA VISIONE

La Visione è quanto di più sorprendente e puro tu possa immaginare.
Anzi, non puoi.
Puoi solo lasciar andare il vecchio sapere, il vecchio modo di vedere.
La Visione sarà “il Regalo”.
Sei così lontano da quello che è e insieme così vicino, che resterai senza fiato e senza parole.

In un certo senso hai sempre temuto che cercare Dio volesse dire perdere qualcosa di te, di ciò che sei, di ciò a cui tieni o sei legato. ( pensi: il Regno dei Cieli ??? che sarà mai…teniamoci questo qui per ora che è meglio di qualcosa di strano che non capisco; la fine dei tempi, la fine di questo mondo ?? che significherà ?? meglio non desiderarlo e non pensarci… )
Invece quando avrai portato a Dio tutto quanto, disposto finalmente a perderlo, a lasciarlo andare, lo stupore per quello che vedrai ti inonderà, la Gioia per quello che sentirai ti rapirà.

Dio, ( la Sorgente, la Fonte, l’Uno, come lo vuoi chiamare… ) non toglie niente. Mai. Può solo aggiungere e aggiungere in abbondanza.
Anzi una cosa la toglie, solo una: la caducità.

E questo è tutto ciò che vedrai: il mondo, la vita, le persone, le piante, le cose, ormai prive di caducità.

Vedrai tutto lo stesso di prima, ma come se non lo avessi mai visto veramente.
Poiché lo vedrai nella Luce dell’Amore Incondizionato e dell’Eternità. Per la prima volta vedrai la Vita e sarai consapevolmente tu, la Vita.

Non spaventarti: l’eternità fa paura alla tua mente lineare.
Pensa invece all’eternità come ad un infinito susseguirsi di Adesso.
Tu sei Adesso nell’eternità, senza saperlo. Non puoi essere che nell’eternità, non puoi essere altrove che qui e ora.

E adesso preparati ad uno shock perché ti presto i miei occhi per guardare qualcosa che è tremendo per te ora: un genocidio per esempio. Questo non lo puoi ancora sentire. Ma lo sentirai.

Cosa è il dolore di un istante se non ha conseguenze né effetti nella Dimensione gioiosa dell’ Invulnerabilità senza fine?
Se ti si rompe una macchinina giocattolo e non fai in tempo a rattristarti che dietro te, contemporaneamente, hai una ferrari fiammante dove è la perdita ? se era necessario che ti si rompesse la macchinina per vedere la ferrari che era pronta per te, vedrai ancora la rottura della macchinina come una disgrazia ?? O come un momento, già superato, della tua crescita ? Chi di voi si rammarica da adulto e piange e si dispera per non poter più indossare le ghettine da neonato ?

Sappi che se guardi un genocidio con gli occhi di là dal velo, nella Compiutezza, non lo vedrai più. Vedrai, sentendo contemporaneamente in te la gioia delle “presunte” vittime, vive invece, un passaggio evolutivo perfetto senza macchia e senza dolore. Poiché il dolore era una illusione durata lo spazio di un attimo insignificante e ha lasciato il posto alla sovrabbondante pienezza della Vita senza fine.

Finchè guardi e pensi con gli occhi nella fragilità e nell’attacco, vedrai e sentirai malattie, morte e distruzione. E’ questo il mondo che vuoi vedere ?

In Gioia,
Ananda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...