Parte 1 – Lezione 38 ( TRA PARENTESI ALCUNI POSSIBILI TERMINI SOSTITUTIVI )

NON C’E’ NULLA CHE LA MIA SANTITA’ NON POSSA FARE

( NON C’E’ NULLA CHE LA MIA APPARTENENZA ALLA SORGENTE/VITA/AMORE NON POSSA OTTENERE/REALIZZARE/COMPIERE )

1) La tua santità ( appartenenza alla Sorgente ) inverte tutte le leggi del mondo ( di quello che ti appare come reale adesso ). E’ al di là di ogni restrizione di tempo, spazio, distanza e limiti di qualsiasi tipo. La tua santità è totalmente illimitata nel suo potere perché afferma che sei Figlio di Dio ( della stessa sostanza/natura della Sorgente ), uno con la Mente del suo Creatore ( uno con l’Intelligenza Amorevole che genera la Vita ed è Vita ).

2) Attraverso la tua santità il potere di Dio è reso manifesto. Attraverso la tua santità il potere di Dio si rende disponibile. E non c’è nulla che il potere di Dio non possa fare. La tua santità, quindi, può eliminare ogni dolore, può porre fine a tutte le sofferenze e può risolvere tutti i problemi. Può farlo in relazione a te stesso e a chiunque altro. Il suo potere è all’altezza di aiutare chiunque perché il suo potere è all’altezza di salvare chiunque.

3) Se tu sei santo, allo stesso modo lo è tutto ciò che Dio ha creato. Sei santo perché tutte le cose da lui create sono sante. E tutte le cose che Egli ha creato sono sante perché tu lo sei. Negli esercizi di oggi applicheremo il potere della tua santità a tutti i problemi, le difficoltà o le sofferenze in qualsiasi forma ti vengano in mente, in te stesso o in qualcun altro. Non faremo alcuna distinzione perché non ci sono distinzioni.

4) Nei quattro periodi di pratica più lunghi, preferibilmente di cinque minuti pieni ciascuno, ripeti l’idea di oggi, chiudi gli occhi e poi cerca nella tua mente qualunque senso di perdita o di infelicità di qualsiasi tipo, così come tu lo vedi. Cerca di fare meno distinzioni possibili tra una situazione difficile per te ed un’altra difficile per qualcun altro. Identifica specificatamente la situazione ed il nome della persona coinvolta. usa questa forma nell’applicare l’idea di oggi:

NELLA SITUAZIONE RIGUARDANTE ________________ NELLA QUALE MI VEDO, NON C’E’ NULLA CHE LA MIA SANTITA’ NON POSSA FARE.
NELLA SITUAZIONE RIGUARDANTE ________________ NELLA QUALE SI VEDE, NON C’E’ NULLA CHE LA MIA SANTITA’ NON POSSA FARE.

5) Di tanto in tanto potrai desiderare di variare questa procedura ed aggiungere alcuni tuoi pensieri rilevanti. Ti potrebbe far piacere includere, per esempio, pensieri come:

NON C’E’ NULLA CHE LA MIA SANTITA’ NON POSSA FARE PERCHE’ IN ESSA E’ IL POTERE DI DIO

Introduci qualunque variazione ti piaccia, ma mantieni gli esercizi centrati sul tema: ” Non c’è nulla che la mia santità non possa fare”. Lo scopo degli esercizi di oggi è di iniziare ad instillare in te la sensazione di avere il dominio su tutto, come conseguenza di ciò che sei.

6) Nelle frequenti applicazioni più brevi applica l’idea nella sua forma originale, a meno che emerga o ti venga in mente un problema specifico riguardante te o qualcun altro. In tal caso usa la forma più specifica nell’applicare ad esso l’idea.

_____________________________________________________________________________________________________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...