IL SE’ SEPARATO

Amico, scrivo dopo essere stata per un giorno di nuovo intrappolata nella separazione.
Sapevo di essere intrappolata ma il dolore appariva così reale che per quasi un giorno non sono riuscita a recuperare l’energia consapevole e liberarmi, se non a sprazzi.
Ora la Consapevolezza Superiore è di nuovo sovrana e ti scrivo per aiutare il tuo ricordo.

Il Sé separato che è la falsa identità di ognuno di noi, è latentemente famelico e rabbioso a causa del dolore profondo della separazione di cui ha cancellato le tracce e che proietta su tutto e su tutti per giustificare il suo dolore essenziale.
Tu nemmeno sai quanto soffri poiché è una sofferenza sempre presente da che tu hai coscienza di te, ormai silenziosa che si è appiccicata alle cellule del tuo corpo come sostituendo la tua naturale capacità di godere liberamente e senza alcuna preoccupazione di tutto.
Aver abbracciato il Pensiero di poter essere separato da Dio ci ha proiettato in questa dimensione illusoria:
Tu non puoi mai in nessun modo essere separato da Dio. Ma non ricordi più la Tua Identità, il tuo sé separato ha cancellato dalla tua consapevolezza e nascosto nell’inconscio le tracce di tale scelta per difendersi dal tuo ricordare la Tua Verità.
Infatti il sé separato muore di fatto appena Tu Ricordi.
E quindi Ti induce a credere di essere lui e una volta che ci hai creduto sei prigioniero di un incubo fittizio di cui difendi la realtà ad ogni costo, perfino la malattia e il dolore, ( che anzi hanno proprio lo scopo di dimostrarti che sei fragile per tenerti nella paura. In realtà chi credi di essere teme di sparire abbracciando La verità.
Il sé separato non è solo individuale, ma ha anche una dimensione collettiva estremamente potente e capace di fagocitarti se non sei sufficientemente saldo nella Verità.
Per fortuna non può rendere l’incubo reale, ma finchè lo sogni e condividi il sogno degli altri è reale per te.
E tutti coloro che hanno barlumi di verità da regalarti mentre ancora non ricordi Chi Sei veramente, divengono nemici.
In verità sono i tuoi Amici più cari ma tu sei “posseduto” a tua insaputa da una energia/entità che si finge te e ti usa per alimentare la separazione di cui si nutre e in cui, sola, può sopravvivere.
Se ti arrabbi, o spazientisci o ridi o non credi, leggendo queste parole, allora sei prigioniero.
Ma non spaventarti, è solo un brutto sogno che per te è estremamente reale.
E Ti libererai presto e non perderai niente di niente.
Liberarsi vuol dire Ritrovare Casa, Ritrovare il Tuo Vero Sé.
Vederlo in ogni tuo fratello, anche in colui che ti ha appena ferito ( apparentemente ma realmente per te ).
Perderai di fatto solo la credenza di poter perdere qualcosa.
Tornerai Invulnerabile e Illimitato.
In questa fase di recupero della Memoria e della Consapevolezza, cadrai più volte e crederai di tornare indietro.
Ma non puoi perderti e ogni caduta sarà solo il tuo nuovo trampolino di lancio verso la Libertà.
Ananda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...