NESSUN “DECET ” ( “E’ CONVENIENTE” )

La Voce:

“Non ti preoccupare. Non ti adattare al “decet” del mondo, al “decet” degli altri.
Poiché tu lo sai che non esiste davvero alcun “decet”.
Quando sorge è figlio di un giudizio e ne deriva la perdita della Pace.
Sei libero, manifesta la tua libertà.
Lascia che chi non la può sostenere ancora, ti giudichi: che importa ?
E proprio per questo amalo ancora di più.
Non scegli tu la strada, tu devi solo seguirla e esserMi testimone.
Lascia andare i futili obiettivi che di volta in volta sembrano essere tuoi.
Adeguati immediatamente al cambiamento, e spostati come il vento.
Tu non hai casa se non la Mia.
Hai un solo obiettivo: estendere l’Amore e includere i tuoi fratelli.
E riposi in Me.
Nel tuo coraggio risplende la verità.
Tutto è puro e incontaminato e libero e conveniente.
Solo così puoi renderlo evidente ai tuoi fratelli.
Solo così puoi liberarli dall’illusione che esista il bene e il male.
Esiste solo l’Amore, il resto è illusione.
Va avanti e pratica l’Amore Incondizionato.”

Tu, Amore Incarnato.

Non smettere mai di dare.
Da continuamente qualsiasi cosa ti piacerebbe ricevere:
dona attenzione. dona cura, dona rispetto, dona accoglienza, dona accettazione, dona ascolto, dona gentilezza, dona tenerezza, dona abbracci, dona carezze, dona amore, dona le tue mani, dona i tuoi occhi, dona la tua forza, dona la tua pazienza, dona il tuo coraggio, dona il tuo corpo, dona la tua mente, dona il tuo cuore, dona parole fortificanti, dona denaro, dona cose, dona tempo, dona fiducia, dona …
Tu dona e nel farlo istantaneamente ricevi quello che dai.
Dare e ricevere sono la stessa cosa.
E tu sei Quello: un movimento, una vibrazione quieta e pacificante che si estende e include da sempre tutto e tutti. Non hai avuto inizio e non avrai fine.
Esulta poiché questa Meraviglia ha i tuoi occhi, le tue mani, la tua bocca il tuo corpo, la tua mente, il tuo cuore.
Tu, Incarnazione vivente d’ Amore.
Ananda

LIBERAZIONE ORA

La Voce:
“Sono le cinque, svegliati e applica la Liberazione che è in te alla vita quotidiana dei tuoi fratelli. RIPETI LORO CHE E’ UN FATTO PRATICO, DI AZIONE QUOTIDIANA. Parla par tutti, agisci per tutti, diffondi quello che ti arriva e libera chi ancora non ha compreso:

Io ti do le esperienze perché tu le santifichi e Mi onori in esse. Io ti do le esperienze che ti portano fuori dalla tua prigione. E’ sempre così… Lo faccio continuamente per ogni essere.
Ma tu ascolti i tuoi giudizi, tu ascolti le tue paure, tu ascolti i condizionamenti e le emozioni negative del passato che ne derivano. Tu ascolti quello che hai inventato tu e non è reale. Ascolti la nebbia oscura delle forme-pensiero che popolano la tua mente impaurita e sola. Attacchi quello che è, ti disperi, attacchi chi è venuto a liberarti e Ti lasci catturare dai giudizi, dalle paure, dalla rabbia. Così resti prigioniero mentre sei libero e santo.
Ascolta, ti do un nuovo metro, un metro infallibile.
Attieniti ad esso.
Ti sembrerà sconcertante. Ti sembrerà difficile, Ti sembrerà a volte impossibile.
Ma è solo l’inizio a essere difficile. Poiché la tua falsa identità teme di morire. Invece non morirà e sarà resa luminosa e pura.
Tu credi nel precipizio. E quando lo intravedi ti allontani e fuggi e attacchi e giudichi.
Ma quello che ti appare come il precipizio è l’inizio di una discesa amena attraverso la quale ti condurrò fino a portarti lì dove sei, nei pascoli verdeggianti bellissimi che ho creato su misura per te, Amato Figlio.
Attieniti all’Amore di Adesso dunque.
Seguilo perché è la tua via per la Liberazione e la Gioia.
Non ti opporre a quello che accade ma accoglilo con apertura. Inizia ogni giorno col sorriso e getta amore e reverenza su ogni oggetto che raggiunge il tuo sguardo e su ogni cosa che toccano le tue mani.
Non tocchi sedie, cucchiai, tazze, scrivanie, porte appena ti svegli, tocchi Me in ogni cosa. Lo stesso verso i tuoi fratelli, qualsiasi cosa pensino, dicano, facciano poiché sono i più santi tra i santi, esattamente come te.
E quando accade qualcosa che ti sconvolge, respira e sorridi poiché lo stai guardando nel modo sbagliato.
Se ti sconvolge certamente o lo giudichi, o giudichi qualcuno, o temi per qualcosa, o vivi una terribile emozione del passato. Guardalo in un altro modo ORA. Stai qui e solo qui e guarda ciò che accade con Amore e Fiducia.
Niente di niente, nessuno di nessuno ti è realmente nemico.
Amato Figlio non è per niente difficile: cerca solo l’Amore. E sii totalmente generoso. Donati, sei creato per questo. Sii un dono continuo per gli altri, una preghiera gioiosa vivente.
Tutto diverrà armonioso, lieve, pacifico e felice. Io sono Amore e l’Amore è Felicità Perenne.
Solo così riconosci il Paradiso che abiti da sempre.
Solo così puoi sapere e fare esperienza della totale invulnerabilità di cui godi.
Ama l’Istante di Adesso, dì così a te stesso: quello che accade è sacro ed io che ne faccio parte sono sacro con esso.
Poi vivi e godi senza pesi, senza preoccupazioni, in totale gioiosa fiducia. Sei, siete amati come non potete neanche immaginare. Sono geloso di Voi, di tutti e di ciascuno: ascoltatemi e vi sarà visibile il Paradiso che vivete e la vostra natura reale.
Rallegrati, canta, ridi, danza attraverso tutto quello che è. Sono IO, il tuo Sé, sempre.”

Ananda

GRAZIA IN AZIONE

La Grazia agisce sempre in te, attraverso di te e intorno a te.
Aspetta senti: agisce perfino nonostante te.
Non puoi immaginare come. Comunque sempre come non ti aspetti.
Per questo è fondamentale che tu sia e resti continuamente “aperto” e in stato di sorridente accoglienza.
Tutto ciò che accade è sempre GRAZIA IN AZIONE. Stupisciti e gioisci.
Lo è restare sveglio quasi tutta la notte senza sapere perché, non riuscire a dormire finchè non ti arrivano parole che dici da solo nel buio seduto nel letto e che il giorno dopo riemergono nella tua bocca rese potenti e si incastrano mirabilmente nei contenuti nei modi e nei tempi ( e con la colonna sonora di un lungo suono di campane reali ) del brevissimo intervento col quale “strapperai” all’illusione tutti quelli che ascoltano le parole che passano dalla tua bocca ma non sono tue. Tutti senza eccezioni. Anche se non si vede ancora per tutti.

E ancora è Grazia in azione accettare un ruolo che non avevi neanche ipotizzato per amore di alcuni amici, e vedere che non ne esisteva un altro e che quel ruolo è quello per il quale eri stato “preparato”. Sentire nella carne la sorpresa del ruolo che ti viene richiesto invaderti e spaventarti momentaneamente, complice la stanchezza del giorno intenso. Cercare il sonno la sera con la preghiera sulla bocca e nel cuore di “vedere” cosa devi fare. E sentirti rispondere da Una Voce Incantevole che non esiste alcun rischio reale, che non puoi temere di sbagliare la tua scelta, che ogni scelta che farai col cuore e per amore sarà sempre supportata e giusta. Poiché esiste un Giudice che parla continuamente dall’eternità e la sua sentenza continua ad essere: INNOCENTE.
Che leggerezza !
E allora accogli quel ruolo. Lasci andare la paura momentanea di fartici male. Ora la dolcezza di quel ruolo è con te. Sai che è quello. Che sei quello. E che l’amore impersonale si esprime così attraverso di te.
Puoi forse preferire il conflitto all’amore?
Puoi forse preferire di “aiutare” una persona quando puoi aiutarne due? anzi tre incluso te…
Aiuterai tutti quindi perché puoi farlo e lo fai.
La Verità è sempre più luminosa, desiderabile e travolgente della piccola verità che potevi immaginare tu.
Rallegrati, gioisci: l’Abbondanza della Vita ama stupirti e inebriarti.
I Suoi doni sono smisurati.
Non filtrare nulla.
E anche tu, allora, dona e godi !
Ananda

SOLO PRESENTE

Attualmente l’ energia d’Amore è così intensa come mai finora poichè tanti di coloro che sono completamente “risvegliati” funzionano da ripetitori rice-trasmettitori del Segnale Originario e siamo tutti connessi, menti e cuori.
E’ una Armonica Nuova.
Ha il potere di disconnettere completamente chiunque di noi dal suo karma… dal suo passato, restituendoglielo nella nuova luce.

Però è necessario che ognuno di noi inizi a dare veramente poca energia, o nessuna, alla credenza finora giustificata, ma ora non più, di essere vincolati o vincolabili dal karma.
Poichè, specie in questa nuova energia che modifica e potenzia le nostre capacità cerebrali, manifestiamo quasi immediatamente ciò che crediamo.

Il Figlio della Sorgente è Libero.
Ora, Adesso.
E in ogni Adesso E’ completamente nuovo. Nessuno, nessunissimo reale collegamento esiste tra il momento prima e quello dopo, tra il giorno prima e quello dopo, tra il decennio prima e quello dopo se non quello che ci trasciniamo dietro noi stessi, credendolo reale.
E’ veramente così semplice.
Quindi per essere libero, smetti di credere di essere legato dal passato.
Lo sei stato, lo eravamo tutti perchè ci credevamo, ma ora non più e tutti ci liberiamo.

La sera quando vai a dormire e ti spogli dei vestiti, posa materialmente tutto il passato. E poi da domani ogni sera posa quanto accaduto durante il giorno. Toglitelo di dosso come se fosse un abito.
E lascialo a terra.
E domattina fa un sorriso grande grande e nel rivestirti guarda con tenerezza al passato che giace ai tuoi piedi. Lascialo lì, accarezzalo come fosse il trenino elettrico o il triciclo di quando eri piccolo e indifeso.
Non ti serve più a nulla.
Fa che nessuna cosa già accaduta, ti definisca.
Resta sempre libero come il vento e così sei dovunque, non raffigurabile se non per gli effetti, poiché tu sei Spirito, sei Amorevole, Intelligente Consapevolezza.

RINASCITA

Siamo in uno stadio primordiale della evoluzione della Consapevolezza nell’uomo.

Col Risveglio veniamo “liberati” dall’illusione ottica della nostra coscienza che ci faceva credere di essere “il piccolo io separato fragile e mortale” e iniziamo a vivere di Amore nella Gioia e nella Quiete.
Letteralmente, viviamo e ci nutriamo di Amore.
Di quell’Amore che ci circonda da dentro e da fuori ed è in tutto ciò che vediamo ed è nella luce attraverso cui vediamo. Vediamo finalmente ciò che siamo, Amore, Bellezza, Innocenza, Purezza e veniamo nutriti dalla nostra Luce riflessa nel creato.

Ora iniziamo a sentirci connessi a tutto e a tutti. A godere della certezza della invulnerabilità e immortalità, poiché lo abbiamo ormai inscritto a livello conscio in tutte le cellule.
Tutte le cellule del nostro corpo ora lo sanno anche consapevolmente, mentre finora lo sapevano, ma non lo sapevi tu.
Tuttavia questo è solo l’inizio di una serie di scoperte e acquisizioni che ancora non possiamo neanche del tutto immaginare tanto sono illimitate e sovrabbondanti.

Una facoltà piacevole ma apparentemente priva di risvolto materiale concreto al nostro livello umano non ancora risvegliato, come l’immaginazione, è destinata a diventare dopo il risveglio sempre di più, la nostra principale fonte materializzatrice istantanea di esperienze nelle realtà superiori. Intendo dire che man mano che il nostro corpo fisico in prossimità e dopo il risveglio perde densità e acquisisce luminosità, l’immaginazione, radicandosi nel puro intento, sarà in grado sempre più di proiettarci ovunque e in qualsiasi esperienza in dimensioni e realtà parallele, e anche le coordinate spazio-temporali saranno senza significato in piani dimensionali in cui tutto è sempre contemporaneo nell’adesso.

Puoi e potrai “vivere, fare esperienza” di ciò che vuoi, semplicemente desiderandolo e immaginandolo. Questo ti proietta nell’esperienza che desideri e che già esiste tra le possibilità infinite. E’ un po’ come sfogliare il menù al ristorante e scegliere pietanze che ti arriveranno a momenti. Solo che le esperienze ti giungono immediatamente, istantaneamente col semplice desiderio attraverso l’immaginazione che oramai è divenuta una facoltà materializzatrice ( la materia non ha più la densità di prima ).

Il corpo umano che conosciamo noi adesso è in realtà il guscio incubatore dell’Essere di Luce che sta attendendo lo schiudersi all’arrivo del suo tempo per rinascere alla Sua Vera Natura.

Col Risveglio si può dire che l’Essere di Luce è finalmente rinato, ma tutte le sue prerogative e caratteristiche si svilupperanno pian piano secondo il Sacro Progetto che è preparato da sempre per tutti noi e ci attende come La Primavera attende i germogli.

In Gioia,
Ananda

SPAZIOSITA’

Semplicemente guarda, osserva, ascolta, senti.
Se sorge una qualche densità, un qualche attaccamento, una qualsiasi forma di identificazione, rilasciali appena ne divieni consapevole.
Sei tutto e niente, ovunque e in nessun posto.
Per questo sei immortale e invulnerabile.
Sei Consapevolezza Amorevole, sei Amore Consapevole.
Se ancora non lo hai “ricordato”, ricorderai presto anche tu.
Non hai una casa precisa, sei esteso e vasto come il prodotto di possibile e impossibile in tutte le infinite combinazioni e come un alito di vento attraversi spazio e tempo e accarezzi ogni cosa, ambiente, situazione, persona.
Adesso per te nulla e nessuno ha più alcun nome o definizione: un albero non è più un albero, una sedia non è più una sedia, una stella non è più una stella.
Poiché tutto è divenuto Libero, tutto è stupore e reverenza.

GUARIRE LA MATERIA

Accadrà anche a te.
E’ un passaggio evolutivo, ed è per tutti.
Una mattina di queste apri gli occhi, o un momento qualsiasi della tua giornata mentre stai facendo una cosa qualsiasi, e… nulla è più come prima pur essendo apparentemente lo stesso.
La tua vita di prima come la conoscevi è finita, in un attimo, dissolta.
Non puoi tornare indietro ( e non vuoi tanto è meraviglioso il nuovo sentire ).
Non sei più separato, né fragile, né in competizione, né timoroso, né incerto.
Improvvisamente sai Chi sei e senti che sei connesso a tutto e a tutti.
Un soffio di Consapevolezza Superiore ti invade, ti bacia dell’interno e resta a dimorare con te e senti che è te ed è sempre stato te anche quando tu non lo sapevi ancora.
Ed è te, ed è anche tutti gli altri e è tutto quanto è sempre stato e tutto quanto sempre sarà.
Il tuo corpo inizia a risuonare con tutto e con tutti; il tuo corpo diviene una emanazione di Te e tu non sei più limitato e circoscritto al tuo corpo.
Sei esteso, abbracci l’intero campo percettivo che è interscambio tra il tuo corpo e quanto sembri percepire all’esterno.
Sei lo spazio in cui tutto accade focalizzato nella tua prospettiva.
Se fai attenzione puoi “sentire” come fosse il tuo corpo anche il resto fuori di te attraverso la risonanza.
Ed esempio se siedi e guardi fuori dalla finestra le margherite nel prato, puoi “sentire” le margherite che si muovono sotto le carezze del vento come se tu fossi le margherite stesse e il vento che le carezza.
Adesso il tuo compito principale è duplice: testimoniare costantemente e amorevolmente questo imminente passaggio evolutivo accompagnando i tuoi fratelli/sorelle con fiducia e serenità fino al momento del riconoscimento; e spiritualizzare la materia che è ancora “disturbata e trattenuta” da millenni di animalità.
Quest’ultimo compito è molto pratico: si tratta di vivere le esperienze quotidiane e trasmutarle.
Ad esempio: se qualcuno ti attacca verbalmente o ti esclude o ti critica, mentre prima potevi offenderti e replicare sullo stesso tenore e addirittura tagliare i ponti, ora invece vedi e senti in chi ti attacca qualcuno ( che è anche te ) che ha bisogno di più amore e che sta ancora cercando la strada di casa. Non ti senti offeso ma anzi provi il desiderio di accarezzarlo e accompagnarlo.
Se ad esempio avverti un malessere, un dolore alla testa o allo stomaco o da qualsiasi altra parte, prima potevi preoccupartene e cercare qualche farmaco; ora ti immergi in te stesso e chiedi alla Sorgente di mostrarti il significato. Ora sai che nulla può ferirti e “comandi” al malessere con un abbraccio accogliente di lasciarti stare poiché non ha alcun reale significato per te che sei invulnerabile in essenza.
Puoi decidere addirittura di “addensarti altrove” per un po’, lasciando il tuo corpo con una Presenza di Te più sottile e dar così meno resistenza al dolore e rendere più veloce la sua dissoluzione.
Tutto questo non è per niente facile.
Poiché emozioni condizionate come la paura o la rabbia ci sbattono facilmente fuori dalla “centratura” anche dopo il Risveglio; ma dobbiamo tentare e ritentare.
Siamo come bambini ai primi passi. Una volta riusciamo a qualche altra no. A volte cadiamo col sedere per terra, ma come i bambini ci alziamo e ritentiamo finchè non impariamo a camminare.
Questo significa divinizzare la materia.
Portare cioè la nostra Consapevolezza a comandare consapevolmente i nostri pensieri e i processi chimico-fisici alterati da malattia o aggressività per riportarli nell’armonia originaria del nostro stato naturale.
Ognuno su di sé, gradualmente riporterà tutto e tutti all’invulnerabilità e all’immortalità originarie.
Per adesso è difficile poiché siamo i primi sparuti e agli occhi di tutti folli ripristinatori del Mondo Reale. Siamo i primi a lasciare il mondo delle illusioni.
Ma appena tutto ciò sarà più diffuso e più frequente sarà più facile crederlo, di conseguenza realizzarlo, di conseguenza viverlo e renderlo consensualmente Reale.
La realizzazione di tutto ciò è certa poiché passa dalle nostre mani ma non sta nelle nostre mani: come la fioritura a primavera passa dai rami dell’albero ma non sta nei rami dell’albero.
Siate fiduciosi dunque, tutto è già compiuto; a noi il privilegio e la gioia di farne esperienza.
Ananda

RIAPPRENDIMENTO

Forse a volte provi dolore fisico o disagio emotivo.
Quando accade RICORDA:
tu non sei un corpo; il corpo è il tuo veicolo di manifestazione ed esperienza nel mondo fisico.
Tu puoi comandare il tuo corpo che è come la punta minuscola di un enorme iceberg di Sicurezza e Quiete.
Dunque quando sei provato RILASSATI.
ABBANDONATI alle forze che apparentemente sembrano diminuirti.
APRI TUTTE LE TUE PORTE AL MOMENTO qualsiasi sia.
Dì SI’ comunque, sorridi comunque, e cerca la risonanza con l’AMORE che è la tua natura.
Allora il tuo corpo sembrerà divenire trasparente e permeabile e potrai avvertire il Flusso d’energia riequilibrante invaderti e riportarti al tuo stato naturale di sanità.
E’ incredibile solo perché dobbiamo riapprendere qualcosa di dimenticato e perché non è ancora diffuso quindi ancora non socialmente accettato.
Siamo noi i pionieri della Nuova Umanità.
Può bloccarci solo l’incredulità.
Se ci credi lo manifesti e lo vedi. Come finora hai manifestato e veduto la fragilità e la vulnerabilità.
Nello stesso identico modo.
Devi solo capovolgere il tuo modo di vedere… Non credere a quello che vedi, ma credere e poi vedere quello che credi.
Ananda