IL. MOSTRO

Fai amicizia con il “mostro” in te e in ognuno. Guardalo bene, da vicino… Guarda non fuggire.
Resta non indietreggiare.
Da dove arriva? Silenziosamente chiediglielo.
Resta ad ascoltare la risposta senza preconcetti. Sii aperto a qualsiasi cosa.
Io l”ho fatto. Ecco cosa dice:

” sono una maschera incrostata su ognuno, fatta di paura, vergogna, sensi di colpa, giudizio, convenzione sociale, cultura, esperienze passate, ferite, rancori, delusioni, abbandoni fatti e subiti, ricordi infelici.
Sono la caricatura rabbiosa o triste del ” non amato ” del ” respinto ” dello “sbagliato” .
Eppure adesso tu mi guardi e non mi giudichi. Mi sorprendi. Mi guardi con curiosità amichevole, vuoi vedermi. Vuoi vedere proprio me che tutti e tu stesso avete sempre ” odiato “.
E qualcosa in me si scioglie. Non capisco cosa mi stai facendo ? Ora che mi guardi sento un amore mai immaginato eppure cosi’ ” mio ” !!
Sotto il tuo sguardo tranquillo e mi sgretolo.
Paura, vergogna, sensi di colpa, giudizio, convenzione sociale, cultura, esperienze passate, ferite, rancori, delusioni, abbandoni fatti e subiti, ricordi infelici… Tutto, tutto ciò di cui sono fatto è così dolce adesso qui nel tuo guardare … Mi commuove il tuo sguardo su di me. Tu non mi respingi non mi odi; davvero non capisco: Aspetta 😱
MIO DIIO SEI TU. MIO DIO SONO IO. !!!!😂😂
Sono allo specchio mi vedo come sono.
La maschera è caduta.
SONO LO SGUARDO CHE MI VEDE.
Piango di GIOIA.
Sono A Casa nel regno dell’ Amore.”
Grazie per aver voluto Restare a vedermi a ascoltarmi”

Alla fine incontri sempre CHI SEI. ❤

Annunci

E’ GIA’ COMPIUTO

La materia con tutte le sue leggi per come la stiamo “incontrando” da questo stato inconsapevole È UN EVENTO IMPOSSIBILE.
Infatti dallo stato consapevole NON È MAI ESISTITA in questo modo. E TUTTE LE TRAGEDIE E TUTTI I DOLORI E TUTTE LE MALATTIE E TUTTE LE MORTI E tutte le vicende umane tra persone separate e competitive NON SONO MAI AVVENUTE. E averle vissute come reali FA RIDERE.
E morti e vivi sono tuttora in vita e viventi senza alcuna differenza tra i due stati. Vita e morte sono ugualmente Vita e la morte NON ESISTE.
La morte è la nostra amica più cara che viene a svegliarci dall’incubo che stiamo vivendo.
Ma sempre più CI SVEGLIAMO E CI SVEGLIEREMO senza busogno del suo amorevole servizio. COSÌ di colpo mentre facciamo una cosa qualsiasi PUFF E LA VERITÀ sostituisce l’incubo di mortalità e separazione Emoticon heart<3

Antimateria/Materia

” Quello che Sei sorride a chi credi di essere e lo include offrendosi come sostrato…
La Luce del buio sorride all’oscurità e la include facendosi anche quello.
L’ Antimateria sorride alla materia e la include rendendola possibile
Il Silenzio sorride alle parole e le sostiene facendosi spazio per esse.
L’Amore sorride alla paura e la include come lo sguardo su un pensiero impossibile.
La Vita sorride alla morte e la include in Sè Stessa sapendo che è il volto non visto della Verità.
Ecco, queste parole restano parole finchè tu non scompari a te stesso per entrare in Te.
E dal Te che è assenza di te cioè Vera Presenza, tutto e il suo contrario sono la stessa cosa.
In Presenza cambia La Qualità della materia stessa, la vibrazione dell’Essere che è gioia pura senza opposti, sostituisce la vibrazione di paura che abita l’inconscio cellulare collettivo.
E l’incubo della personalità si squaglia come neve al sole:
resta solo La Verità: Sei La Vivenza, Il Vivente, L’Essere di e in ogni essere e cosa. Abiti il tutto dal nulla.
Sei La Pienezza del nulla che non essendo definibile è illimitato e illimtabile. Sei pura libertà e ubiquità.
Lascia che le singole cellule materiali di cui è composto il corpo umano Ricordino l’antimateria che sono, e stai a vedere 😉 “

La Carezza Magnetica

La Voce qui:

“Io Sono in te come Gioia Indefinibile .
Io Sono in te come Una Carezza Magnetica che attrae mentre straripa da Se Stessa.
Come Un Respiro calmo, pieno, pacifico e pacificato.
Come Uno Sguardo dolce, umile, gentile, amico.
Io Sono n te come Una Armonica Perenne che risuona in ognuno di voi.
In te Io Sono come Serenità totale e puoi dire sentendolo: non temo nessuno perché nessuno mi è nemico.
Non mi oppongo a nulla perché nulla mi è estraneo.
Non mi agito, scorro.
Non urlo, sussurro.
Non litigo, accolgo.
Non devo dire la mia, sorrido.
Non devo essere riconosciuto, mi conosco.
Non devo essere amato, amo.
Non ho bisogni, solo libere preferenze.
Non ho timori, Io So.
Non escludo nulla e nessuno e includo tutto e tutti.
Puoi dire sapendolo: La Pace abita qui e informa di Sé l’umano.
Ecco che sei Profondissima Quiete, Viva Sensualità, Giocosa Umanità, Infinita Libertà, Vulnerabile Invulnerabilita’.

DALL’ AL DI LA che è un al di qua )))

Apro gli occhi ed è come tornare istantaneamente da un altrove mantenendo l’esperienza di quel “posto/stato”:
Qui nel nostro modo di vedere il mondo, l’immortalità è una rara credenza di qualcuno, lì l’immortalità e la semplice esperienza dell’essere. Esempio: se qui non fossero percepiti i colori, qui qualcuno potrebbe dire di credere nella rossitudine o bluitudine etc. li il rosso, il blu e gli altri colori SONO connaturati al posto.
Tornando da lì Inoltre vedo chiaro l’inganno paradossale della struttura concettuale della credenza per noi qui. Infatti mentre qui io dico: ” io credo in…” in realtà mi autoinganno senza accorgermene perché “credere in” significa “spostare nel tempo o nello spazio” quello che È GIÀ. È l’allungatoia dello spaziotempo che può essere collassata nel QuiOra. Eppure È buffo… Imboccare l’allungatoia è irrilevante per ” lì” mentre è faticoso per lo stato di coscienza di qui.
Quel posto/stato da cui sono come tornata aprendo gli occhi stamani è semplicemente il nostro ESSERE PURO che dobbiamo ricordare essere radicato in ogni istante in ogni cellula.
Ecco direi che se esistesse davvero un “compito” da fare, sarebbe questo 😉 e più che un fare è un Aprire i confini dei limiti abituali per vedere davvero.
Li nel nuovo posto/stato non esiste il mondo frammentato e proiettivo che abbiamo visto finora, tutto è intero e integro e connesso e vissuto immediatamente per esperienza diretta generalizzata. Il SAPERE li sostituisce l ‘apprendimento che usiamo qui.
Lì non esistono cause ed effetti, ma una sola CAUSA che coincide con ‘EFFETTO eterno.
Da Li il corpo è vissuto come veicolo impersonale ed è sentito sia interno che esterno come immerso in un continuum senza peso. Le altre persone sono sentite come ” diffrazioni uniche del Sé al pari di stessi. Il Sé, o Creatore o Sorgente cmq si voglia chiamare abita ogni atomo essere e cosa consapevolmente diffrangendosi in infiniti parti intere senza alcun reale spazio vuoto tra ognuna.

COSA STA AVVENENDO

Quando Il Creatore apre gli occhi su Sé Stesso nella Creazione attraverso occhi di uomo, la Fisicità del corpo cambia e la percezione perde il carattere proiettivo tornando a essere spontanea conoscenza da dentro. Tutto torna consapevolmente connesso. Si avvia una reazione a catena innescata da sempre e in attesa da sempre del segnale di avvio. Le cellule e gli atomi improvvisamente ricordano di Sapere e appartenere a un’altra Legge che è magnetica, armoniosa vitale e vivificante.
Il lessico che uso non basta e non dice niente rispetto a Ciò che accade e vorrebbe descrivere . Le parole collassano e i significati scompaiono. I legami causali consueti fanno ridere come la storiella di un fanciullo. I tentativi di capire cessano.
In verità da quel momento il Nuovo Mondo ( che è la forma reale del precedente non vista) si manifesta. C’era già, eppure era anche ancora non visibile nella forma consapevolizzata. È come lo sciogliersi di un brutto incantesimo.
Più niente deve essere fatto o raggiunto, e per questo tutto cambia senza cambiare.
Le personalità umane perdono durezza e peso, si addolciscono. La fretta non esiste più e non ha alcun senso in un mondo in cui non esistono urgenze. I volti si distendono, gli occhi tornano profondi, intimi, sorridenti. Il giudizio scompare.
Il riso, la spontanea giocosita’, la gioventù diventano evidenti perfino nei novantenni se Risvegliato in loro il Ricordo del Sé.
Il tempo non è più percepito. Il futuro è sempre del tutto imprevisto e imprevedibile e questo entusiasma invece di preoccupare. Nessuno è interessato al “proprio” perché non esiste più la credenza nel significato che tale termine rappresenta. La coscienza personale è estesa e non si descrive come “io” ma come “noi”.
La fratellanza tra ogni essere e cosa è Legge interiore scritta a fuoco nei cuori e nelle cellule. La pace è la casa di ognuno in ogni momento e niente si oppone a niente mentre siamo il Regno dell’apertura e del Sì. Ogni esperienza è accolta con gioia anche quelle non piacevoli perché è tramontata per sempre la connotazione di pericolo del dolore. La conoscenza non attinge alla memoria ma al Vuoto/Coscienza Universale. L’uomo storico finisce e vive l’uomo metastorico/trascendente.

LA NUOVA SPECIE UMANA

Guarda è già Qui.
Il Nuovo Mondo che la nuova specie Umana popola è istantaneamente disponibile.
È facile e ormai puoi sceglierlo proprio fisicamente.
Vuoi strisciare nel corpo dell’uomo denso o volare dissolto in ogni cosa nel corpo ubiquo dell’Uomo Vibrante ?
Il carburante del primo è il dubbio/timore che collassa il sistema corporeo nella fisica delle particelle.
Il carburante del secondo è la Gioia/’Amore che espande il sistema corporeo nella fisica delle onde.
Il Nuovo Mondo è completamente diverso da qualsiasi cosa tu possa immaginare e contemporaneamente sembra lo stesso che conoscevi.
Eppure è senza limiti, senza spazio e senza tempo. Soprattutto senza giudizio, senza soggetto e oggetto distinti.
È una Multidimensione Ubiqua Intelligente e Innamorata di e da ogni punto focale attraverso cui Si Vede.
E sei Tu.
La Nuova Specie Umana È un salto di Coscienza Fisico, l’apertura di una porta su se stessi che sconvolge il senso di identità.
Ogni cellula del tuo corpo improvvisamente sente il Risveglio di un altro Essere e lo riconosce come il Vero Unico Padrone di Casa.
Il nuovo essere è Collettivo ed è La Vita Stessa.
Il Nuovo Essere Umano sa che morte e malattia sono allucinazioni della dimensione corporea in cui abitava quando non ricordava La Verità.