La Casa

Nel mio cuore:

Una casa semplice nella natura.
Accogliente… Aperta.
Io e te e lui e lei e tutti come fratelli gemelli.
Molti animali.
Gesti calmi, respiri pieni, colori, profumi, suoni.
E del lavoro manuale, insieme.
Ognuno lavora con molto amore.
La fatica non ha piu neanche il nome.
L’amore muove con dolcezza ogni essere e cosa.
Ci guardiamo sempre negli occhi.
Tutti.
Abbiamo sempre il cuore reciprocamente nelle mani e vediamo una forma di noi in ognuno.
Nessun orgoglio è più immaginato.
Lo ricordiamo con il sorriso sulle labbra come la nostra modalita infantile di un tempo perso nel passato.
Siamo senza filtri personali, riconosciamo un solo Agente Comune in ogni momento.
Siamo tutti Una Danza.
Non esiste nessuna forma di gelosia: non c’è chi potrebbe essere geloso di chi.
Ci si innamora ripetutamente tra noi, ma accade e basta, come quando piove e nessuno sa perché e nessuno incolpa nessuno. E tutti ne gioiamo
E tutti e ognuno celebriamo l’amore in qualsiasi manifestazione.
Non c’è senso di manchevolezza in nessuno.
E l’Amore sorride a tutti e fa innamorare continuamente ognuno di Sé in infiniti modi.
I corpi sono vigorosi, i volti sorridenti e ingenui.
I pasti condivisi.
Non sorge il giudizio in nessuna forma e se accade nessuno lo considera importante e lascia che si perda nel silenzio tranquillo di uomini e donne pacifici e amici.
I bambini sono di tutti perché figli delLa Vita che porta i nomi di tutti gli abitanti.
Una Carezza benevola dimora in ognuno di noi e La Bellezza permane mentre ogni forma muta.
La paura non esiste più perché più niente e nessuno ha la parvenza di nemico.
Questa Casa io la vedo. La sento. La tocco.
Eccola. È Qui.

La Danza

Non c’è più nessuna lotta…. nessun obiettivo.
Solo amore.
Tu sei me. Io sono te.
Questo Amore più riempe più c’è spazio.
A chi mi credevo appare strano e incredibile.
Chi sono sa che è normale come La Verità.
Le lacrime arrivano e sgorgano in una gioia vasta e indescrivibile. Eppure… naturale.
Sono fatta di niente. È davvero cosi !
Completamente unita a tutto e tutti.
I corpi non separano come sembra, e non limitano l’Unione.
Abito ogni movimento ogni cosa ogni situazione ogni essere.
Anche mentre fa il contrario di quello che credo di volere.
Non voglio niente altro di quello che è.
Sono trasparente mentre danzo; sono La Danza

Senza confini

Continuo a perdere i confini di “me” … Siamo in Paradiso.
Scrivo queste parole in un profumo inebriante.
La dolcezza è Casa. L’Amore è la sostanza che informa ogni essere e cosa.
Sono Amore e vedo sempre Me Stesso declinato in ogni forma, esperienza, movimento apparente.
Gioiosa Quiete in cui danzano amichevolmente gli opposti.
Vedo e sono il gioco infinito della Vita.

ANIMA

Che meraviglia … !
Da sveglia stamattina ho visto le nostre anime.
Occhi chiusi, il cuore vedeva.
Sembrano aurore boreali fatte di musica e profumi e risa e potenziali di emozione. Sono vitalità pura; come fanciulli giocosi di energia luminosa coloratissima.
Comunicano tra loro a monte anche mentre indossano corpi fisici densi.
Per esempio se c’è una lite furibonda mentre i corpi e le menti sono rabbiosi e agitati, le anime sorridono calme strizzandosi l’occhio.
Non c’è alcuna dualità né senso di soggettivita’ marcato. Più che soggettività è focalita’.
Le anime sono e sanno di essere punti focali dellEssere Unico da cui tutto emana.
Stanno nel corpo fisico come in un guanto.
Man mano che il corpo fisico è abitato animicamente quindi con la consapevolezza di essere Luce Vibrante, la densità si alleggerisce.
È come un incantesimo di pesantezza che scompare.
Ogni legge della densità è solo temporanea.
Quando la Consapevolezza Guarda, anche il guardato cambia sintonia vibratoria.
E anziché di particelle dense siamo fatti di onde luminose.
Siamo come colonne sonore gioiose che sognano di essere tristi pietre pesanti

PRESENTE INFINITO

Tu lo sai.
Qualcosa in te lo sa e vorresti vivere con leggerezza e libertà infinita come un bimbo giocoso che sorride ad ogni nuovo istante.
Ma vedi intorno a te che non è così, che ci sono regole da rispettare, convenzioni a cui uniformarsi, leggi di natura impellenti a cui sottostare.
Ti dici e ti dicono che arriva la maturità e anche una certa resistenza al movimento.
Una forma di diminuita fiducia nelle forze fisiche ed emotive.
Qualcosa di tangibile e che senti anche nel corpo.

Ma chi dice che deve essere così ? Se anche tutto intorno a te lo testimonia ma tu senti che dentro Qualcosa di invincibile e indomito Vive ben oltre i limiti in cui credi, TU ASCOLTALO.
Non rattrappirti, non raggelarti, non accettare la forma di sfiducia nella Vita Infinita che l’inconsapevolezza ha somatizzato nella materia sotto forma di malattia e invecchiamento.
Ascolta La Voce Vitale innata in te e seguila per permettere ai tuoi fratelli di seguirla con te e come te.
La Vita ti è profondamente e completamente amica.
E’ la sostanza di cui sei fatto.
Basta col conformarti a quello che credi debba essere.
Ascolta Chi sei e agisci come un fanciullo ingenuo e innocente attimo per attimo senza sapere niente altro.
Ama e gioca, gioca e ama.
Lo Spirito non invecchia… su questo almeno sei d’accordo. E allora tu che sei Spirito, PARLA !
Informa la materia della legge dello Spirito.
Libera il presente dal passato e crea un nuovo Futuro fatto di presente infinito.

ISTRUZIONI DI VIAGGIO

“Ricordati che l’ostacolo più alto che incontri è il tuo migliore alleato. Lo supererai. Godrai di una nuova e più profonda pace. Poi altro ti metterà alla prova.
Sarà dura ma ce la farai. E sarai ancora più saggio e godrai di una nuova e ancora più vasta pace.
Poi ancora una nuova esperienza ti scuoterà…
E’ La Vita che procede come il camminare: perdi l’equilibrio in avanti, un momento di sospensione nel vuoto, poi il nuovo appoggio; un passo alla volta.
Impari che niente ti è nemico ma tutto cospira a tuo favore anche attraverso apparenti difficoltà.
Così divieni saggio, poichè la saggezza è esperienza di vita.
E passando di esperienza in esperienza impari a riconoscerti nei tuoi simili, a vederti identico a ciascuno di loro.
Impari a rispettare e rispettarti.
A seguire la Verità nel tuo Cuore.
Impari il volto incarnato dell’ Amore.
E quando Amore e Saggezza saranno radicati nell’umiltà totale, vedrai costantemente come sei visto, e come il vento potrai spostarti con leggerezza di cima in cima di valle in valle.
Nessuna rabbia o paura potrà mai più attecchire su di te, perchè saprai in ogni cellula di essere La Vita Stessa.
Sarai integro e integrale in ogni scelta.
E vivrai calmo, rilassato, semplicemente sarai, attraverso ogni dove: sarai te in Te.
Vivrai sempre. Senza fine e senza immagini di te predefinite.
Sarai spontaneità nella fisicità. Lavoro e movimento senza fatica.
Questo è già Legge adesso, in ogni essere e cosa, ma tu come un figlio ribelle resisti al tuo bene a volte, e chiami dolore l’attrito.
Senza alcuna resistenza non c’è nessun dolore.
E finchè senti del dolore, sappi che passa tanto velocemente quanto velocemente ti abbandoni a quello che accade.
Lascia che La Vita ti porti un passo alla volta oltre il piccolo te stesso, nel Grande Te.”

INNAMORATEVI …

” Innamoratevi di voi !
E rinunciate a focalizzarvi sulle reciproche imperfezioni e mancanze …
Sentitevi degni, profondamente degni di essere amati e di amare a dismisura !
Lo so che a volte non vi piacete, che a volte vi sentite in colpa, che a volte mancate verso qualcuno o qualcosa e anche verso di voi, ma
come potrete vedervi con gli occhi dell’Amore se non lasciate andare tutti i significati faticosi pesanti e falsi attraverso cui siete abituati a guardarvi gli uni gli altri ? Donatevi reciprocamente tutto ciò che siete, scusatevi reciprocamente all’istante quando vi recate sofferenza.
Guardatevi negli occhi, prendetevi le mani e ditevi sinceramente: scusa mi dispiace se in qualche modo ti ho fatto male.
Se non vi amate non vedrete che in ogni singolo istante l’ Indulgenza Plenaria dell’Amore apre per tutti voi le porte del Paradiso.
Il Paradiso è qui adesso. È sempre stato qui adesso. Sarà sempre qui adesso.
Lasciate andare quello che avete creduto e visto finora. È passato, è finito.
Aprite gli occhi, ora, nuovi e vergini come appena nati.
Innamoratevi di tutto e tutti. Senza misura, follemente, amate, amate, amate.
Nessun orgoglio, nessun rancore, nessun peso.
Come bambini giocate sempre ora un gioco di amore e totale benevolenza.
E il Paradiso vi si manifesterà e vi riconoscerete, e ricorderete, e nessuno vi rapira’ la vostra gioia.
In quel momento, che è ora, il tempo finisce senza essere davvero mai stato altro che un dono della Grazia in attesa che voi tornaste a vedervi Figli Unigeniti del Padrone di Casa.
Amate per restare consapevoli di Cosa Siete.”